Contattaci

Tecnologia avanzata

Gli ingegneri Sharp sono costantemente al lavoro per creare e affinare le nuove tecnologie dei monitor. Infatti, già nel 2007 abbiamo annunciato la Advanced Super View (ASV), una nuova tecnologia caratterizzata da contrasti più elevati, angolo di vista ampissimo e tempi di risposta molto veloci.

Questa è stata una delle pietre miliari che hanno costellato il nostro continuo cammino volto a sviluppare nuove tecnologie sempre più sofisticate. Eccone altri esempi:

Nuova tecnologia per pannelli sottili

Nel 2012, Sharp è stata la prima azienda a produrre pannelli LCD con indio gallio zinco ossido (IGZO). Questa innovazione nella tecnologia dei monitor permette di ottenere definizione e luminosità elevatissime, con un’eccezionale efficienza energetica. Oggi, questa “nuova tecnologia” è usata abitualmente in una vasta serie di schermi a cristalli liquidi.

La tecnologia UV2A più recente

Una delle nostre innovazioni nella tecnologia per monitor è la UV2A. Questa tecnologia, ideale per i monitor di grandi formati, combina una serie di materiali proprietari per ottenere contrasti eccezionalmente alti con l’uso di una retroilluminazione più efficiente che mai. I risultati sono colori brillanti e vividi e una risoluzione immagine superiore, affiancati da un consumo energetico insolitamente basso: ovvero tutto ciò che conta nelle tecnologie più innovative per i monitor.

Leader delle nuove tecnologie per i monitor interattivi

Storicamente, è sempre stato difficile produrre monitor touch screen di grandi dimensioni, poiché la tecnologia infrarossi più accessibile aggiungeva volume allo schermo ed era sensibile alle condizioni ambientali. Sharp ha scelto un approccio diverso, introducendo nel pannello sottile interattivo BIG PAD 80” la tecnologia touch capacitiva proiettata e un controller avanzato per tecniche di campionamento più veloci, ottenendo così un risultato elegante e rispettoso dell’ambiente.

Questa tecnologia per monitor touch screen di ultima generazione riduce la quantità di “rumore” a una percentuale minima di quella a cui siamo normalmente abituati, offrendo una precisione di tocco estremamente accurata, un’esperienza di scrittura naturale e fluida e un’eliminazione quasi completa di scarti temporali e falsi input.